Sestola - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi SESTOLA
Check-in
Check-out
Altra destinazione

Hotel Cristallo Sestola
Hotel Cristallo Sestola

.: DA VEDERE

Sestola, più di tanti altri comuni del Frignano, ha perso le proprie tradizioni in conseguenza al forte impatto turistico che ne ha caratterizzato lo sviluppo dall'inizio di questo secolo. Presso le sale della Rocca ha sede il Museo della civiltà montanara e contadina che da anni raccoglie ed espone materiali ed attrezzi riguardanti le tradizioni lavorative locali. Innumerevoli sono i monumenti degni di nota fra cui molte chiese e oratori, all'interno delle quali si possono ammirare numerose opere d'arte, quadri, altari e manufatti preziosi, ma anche borgate e case padronali e naturalmente il complesso del Castello.

Sono in particolare da vedere:

Il Castello, ricostruito verso la metà del XVI secolo, ma di origini molto più antiche, ha una posizione strategica di controllo delle vallate dello Scoltenna e Castello del Leo. La parte vecchia del paese sorge a ridosso di questo antico insediamento. La fortezza oggi rappresenta un complesso monumentale di grande rilievo ed è costituita da vari edifici suddivisi tra il "borgo", zona militare di servizio, e la Rocca, sede amministrativa e di governo.

La Chiesa parrocchiale di S. Nicolò costruita agli inizi del sec. XVII in sostituzione dell'antica chiesa situata all'interno della fortezza. Rimodernata nei primi anni del XX secolo con una nuovo facciata, conserva notevoli opere d'arte oggi restaurate.

La Chiesa della Madonna del Rosario di struttura seicentesca, appartenente alla antica famiglia dei Cavalcabò che, restaurata di recente, ha ritrovato l'antico splendore.

Chiesa Interno L'oratorio di S. Nicola in Castello detto anche la Chiesa di Rocca, antica parrocchiale di Sestola, nominata fin dal 1114, ma riedificata e ridotta a oratorio nel 1696 e al cui interno si trovano resti di affreschi quattrocenteschi.

L'oratorio di S. Antonio, situato sulla strada che porta al Castello, risale all'inizio del Seicento ed è l'ultimo dei tanti oratori privati appartenuti alle famiglie notabili del paese.